home_charity2_sep4

Balconi aggettanti | una manutenzione ottimale per il tuo condominio!


I balconi aggettanti rappresentano un campo ben battuto dal Gruppo Casillo Ingegneria, ma si tratta anche di un argomento che il più delle volte crea malumore e litigi tra i condomini, motivo per cui cerchiamo di vederci chiaro sin da subito!

I problemi più comuni toccano argomenti ben noti, tra cui la ripartizione delle spese tra i condomini ed il continuo chiedersi chi sia effettivamente il proprietario di un determinato balcone; non saremo certo noi a darvi una risposta precisa, in quanto potrete ottenerla solo in sedi opportune, ma è fondamentale tenere sempre a mente che la legge fa una bella distinzione tra i balconi aggettanti ed i cosiddetti balconi incassati.

Qual’è effettivamente la differenza tra i due balconi in condominio?

  • Balconi aggettanti: già a vista d’occhio si riconoscono, semplicemente perché appaiono decisamente sporgenti rispetto a quella che è effettivamente la facciata dello stabile. Per legge essi rappresentano una sorta di prolungamento dell’immobile, motivo per cui apparterranno al proprietario, ma se vi sono elementi decorativi, o rivestimenti, questi saranno di proprietà comune.

  • Balconi incassati: sono particolari terrazze che formano una sorta di rientranza, ma che presentano delle chiusure su due lati; in questo frangente, la legge considera che la soletta è di proprietà comune, principalmente tra il proprietario dell’appartamento del piano superiore e quello del piano inferiore.

La legge dunque è molto chiara a riguardo, inoltre, ti consigliamo di dare un’occhiata anche all’articolo 1125 codice civile, che sicuramente potrà aiutarti a capire aspetti molto interessanti.

Dunque se vogliamo riassumere quel che afferma la corte di cassazione, diremo che:

  1. I balconi aggettanti, comprendendo anche la soletta, sono praticamente del proprietario dell’immobile, perché in un certo senso ne rappresentano una sorta di prolungamento.

  1. Nei balconi incassati, invece, la soletta è di proprietà comune, perché rappresenta una superficie calpestabile, così come anche di copertura.

  1. Un occhio di riguardo andrà dato ovviamente anche alle parti decorative, che come detto in precedenza, se sono state introdotte per migliorare l’immobile esteticamente, saranno chiaramente di proprietà comune fra tutti i condomini.

balconi-aggettantiQuesto è tutto, almeno per il momento, quindi che si parli di frontalini balconi, o di tanti altri elementi, bisogna tenere sempre ben a mente che la legge non può essere interpretata in modi differenti, è bene capirla e rispettarla in ogni suo punto, al fine di evitare che si creino problematiche all’interno del condominio stesso.

La nostra azienda si occupa di costruzione e ristrutturazione balconi aggettanti, coprendo territori molto vasti, tra cui spicca Napoli e Roma; ci occupiamo anche di studiare e realizzare con i giusti criteri, i parapetti balconi, al fine di restituire un risultato finale impeccabile, tenendo, però, pur sempre a mente, quelle che sono le tue idee, che per noi sono incredibilmente preziose!


Quando diviene opportuno ristrutturare un balcone aggettante?


Beh abbiamo parlato molto della legge, ma non tutti hanno ben a mente quando diventi opportuno richiedere un intervento atto a ricostruire o rinforzare un balcone, sarà dunque importante provare a far chiarezza, in questo modo anche tu potrai valutare la soluzione giusta.

E’ bene sapere che ci sono elementi che meriterebbero grande attenzione, perché a causa di agenti atmosferici, subiscono costantemente danneggiamenti nel tempo; un esempio è rappresentato dai frontalini, ovvero particolari elementi che purtroppo a volte cedono, a causa di infiltrazioni persistenti ed addirittura anche di forti nevicate.

Può chiaramente non essere il tuo caso, ma è bene porre la giusta attenzione, perché se il fenomeno è già in atto, si può andare incontro ad ulteriori danneggiamenti; essi ad esempio rappresentano per la legge italiana, un prolungamento del nostro immobile, non si tratta dunque di elementi decorativi, motivo per cui, tu ne sarai il proprietario e chiaramente anche il responsabile, non di certo tutti gli altri condomini.

E’ chiaro che in molti amano avere un terrazzo, per alcuni è addirittura un sogno, ma in pochi comprendono che come tutti gli elementi strutturali, hanno bisogno di una costante manutenzione e soprattutto di un intervento tempestivo, qualora si verificassero problematiche di ogni genere, così come anche piccoli cedimenti, altrimenti nell’arco di 20 anni bisognerà investire cifre considerevoli per ripristinare l’intera struttura ormai completamente logorata.


Quali sono i materiali più utilizzati nel rifacimento di balconi aggettanti?


Ogni realtà ha un modo differente di lavorare, noi utilizziamo macchinari del tutto nuovi e performanti, in questo modo saremo sempre in grado di risolvere qualunque problematica, limitando il più possibile eventuali margini d’errore, ma naturalmente, tra i materiali più usati, non si può certo non citare il cotto, che ad oggi è senza dubbio uno dei rivestimenti più economici.

Il suo utilizzo varia in base a tanti fattori, così come anche quello del gres porcellanato, che dalla sua vanta il fatto di essere estremamente versatile, disponibile in svariate versioni, dove a cambiare sarà anche la fascia di prezzo.

Potresti decidere di scegliere un giusto compromesso e tra i numerosi materiali presenti sul mercato attuale, spicca il klinker ceramico, che può essere utilizzato esternamente e che dalla sua vanta caratteristiche di tutto rispetto, come ad esempio la resistenza al peso, così come anche quella al gelo ed il fatto che la manutenzione è decisamente limitata nel tempo.

home_charity2_sep4

Il dialogo è la soluzione giusta anche tra condomini, per tutto il resto ci siamo noi,

che possiamo offrirti soluzioni sicure ed a prezzi imbattibili !


Chiama il nostro numero verde e fissa un sopralluogo gratuito con un nostro ingegnere o architetto

   Il preventivo, la consulenza operativa e la progettazione iniziale sono assolutamente gratuiti.

 

numeroverde-gcingegneria