ATTENZIONE!!!

Detrazioni Fiscali del 50% e 65% Prorogate per tutto il 2016!

 

DETRAZIONI FISCALI – RISTRUTTURARE CASA TI COSTA LA METÀ

home_charity2_sep5

Anche nel 2016 sarà possibile risparmiare ristrutturando casa attraverso le detrazioni fiscali che possono arrivare anche oltre il 50% delle spese effettuate. I bonus sono previsti per legge sugli interventi di ristrutturazione che tengano conto di un effettivo risparmio energetico e grazie anche ai bonus mobili previsti nella legge di stabilità  2013/2016. Tra le principali novità  della legge di stabilità  c’è proprio la proroga fino al 2017 del bonus. Rimane dunque in vigore la detrazione fiscale del 50% per un importo massimo di 96.000 euro. Nel 2017, tuttavia, il bonus scende al 40%. In tutti i casi la detrazione va distribuita in 10 annualità  di uguale importo.

In parallelo è stata conferma la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Anche in questo caso è prevista una diminuzione, ma al 50%, per gli interventi eseguiti fra il primo gennaio 2016 e il 31 dicembre 2016. Per tutto il 2016 inoltre, rimarrà  in vigore la possibilità  di risparmiare fino al 50% anche per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore ad A+ e di letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione e grandi elettrodomestici come frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, Tratto lavastoviglie. Sono invece esclusi dalle agevolazioni strumenti come il televisore e il computer. Per accedere alle detrazioni, in qualunque caso, i pagamenti dei lavori all’impresa che li svolge deve avvenire tramite bonifico bancario nel quale risulti la specifica causale e i codici fiscali di entrambe le parti.

Possono fruire della detrazione i seguenti contribuenti assoggettati a Irpef:

  • proprietari e nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento;
  • locatari e comodatari;
  • soci di cooperative;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce.
  • soggetti di cui all’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata, alle stesse condizioni degli imprenditori individuali.

                                                         

INTERVENTI AMMESSI

home_charity2_sep1

  • Manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali;
  • ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, opere di restauro e risanamento conservativo effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali;
  • ricostruzione o ripristino degli immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi (se è stato dichiarato lo stato di emergenza);
  • realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali;
  • eliminazione di barriere architettoniche e installazione di strumenti in grado di favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap gravi;
  • adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.

 

ADEMPIMENTI

home_charity2_sep1

Per fruire dell’agevolazione è necessario: l’invio della comunicazione all’Asl competente (ove necessario per cantieri oltre i 200 giorni/uomo); il pagamento tramite bonifico bancario o postale dal quale risultino la causale del versamento (banche e poste tratterranno una ritenuta d’acconto dell’8% sulle imposte sul reddito dovuta dall’impresa che effettua il lavori); il codice fiscale del beneficiario dell’agevolazione e il codice fiscale o numero di partita Iva del destinatario del pagamento.

Il tetto massimo di spesa è fissato in 96.000 euro a cui, a seguito dell’approvazione della proroga, si possono aggiungere ulteriori 10.000 euro da spendere per l’acquisto di mobili per arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione e ai grandi elettrodomesticidi classe energetica almeno A+.

I BENEFICI FISCALI E LE PRATICHE BUROCRATICHE

home_charity2_sep1

Ottenere le agevolazioni fiscali di cui sopra non è complicato ma è comunque sempre comodo e sicuro appoggiarsi a professionisti che sappiano come muoversi nei meandri delle pratiche catastali, dei permessi di avvio lavori e operatività fiscale.

Se vorrete vi guideremo nel disbrigo di tutte le procedure burocratiche, comunicazioni comunali, avvio delle pratiche atte ad ottenere  le detrazioni e gli sgravi fiscali del caso.

SIAMO ALLA TUA DISPOSIZIONE CHIAMA IL NUMERO VERDE PER OGNI DOMANDA 

numeroverde-gcingegneria