ATTENZIONE!!!

Detrazioni Fiscali del 50% Prorogate per tutto il 2018!

 

DETRAZIONI FISCALI – RISTRUTTURARE CASA TI COSTA LA METÀ

home_charity2_sep5

La legge di Bilancio 2018 ha prorogato anche per l’anno in corso gli incentivi fiscali per i lavori di ristrutturazione edilizia. Il cosiddetto bonus ristrutturazione è pari a una detrazione Irpef del 50% per un tetto massimo di spesa di 96.000 euro.

La detrazione è valida per i lavori avviati  a partire dal 1º gennaio, mentre a partire dal 1 º gennaio 2019 si tornerà alla detrazione prevista dalla norma del TUIR, ovvero un bonus irpef del 36% per un limite massimo di 48mila euro. E’ dal 2012 che le spese sostenute per questo tipo di lavori possono godere di un’aliquota agevolata in virtù delle misure adottate dai governi che si sono succeduti.

I lavori per i quali sarà possibile accedere ai benefici fiscali sono quelli già previsti per il 2017. Chi usufruisce del bonus per le ristrutturazioni edilizia, analogamente a quanto avviene per l’ecobonus e per il sismabonus, dovrà inviare all’Enea, per via telematica, alcune informazioni sugli interventi effettuati. L’autorità effettua un monitoraggio per valutare l’impanto dei lavori di ristrutturazione sul risparmio energetico. Le informazioni ricevute saranno poi rielaborate e inviate al Ministero dello Sviluppo economico.

 

Possono fruire della detrazione i seguenti contribuenti assoggettati a Irpef:

  • proprietari e nudi proprietari;
  • titolari di un diritto reale di godimento;
  • locatari e comodatari;
  • soci di cooperative;
  • imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o merce.
  • soggetti di cui all’articolo 5 del Tuir, che producono redditi in forma associata, alle stesse condizioni degli imprenditori individuali.

                                                         

INTERVENTI AMMESSI

home_charity2_sep1

  • Manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia effettuati sulle parti comuni degli edifici residenziali;
  • ristrutturazione edilizia, manutenzione straordinaria, opere di restauro e risanamento conservativo effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali;
  • ricostruzione o ripristino degli immobili danneggiati a seguito di eventi calamitosi (se è stato dichiarato lo stato di emergenza);
  • realizzazione di autorimesse o posti auto pertinenziali;
  • eliminazione di barriere architettoniche e installazione di strumenti in grado di favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione per le persone portatrici di handicap gravi;
  • adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi.

 

ADEMPIMENTI

home_charity2_sep1

Per fruire dell’agevolazione è necessario: l’invio della comunicazione all’Asl competente (ove necessario per cantieri oltre i 200 giorni/uomo); il pagamento tramite bonifico bancario o postale dal quale risultino la causale del versamento (banche e poste tratterranno una ritenuta d’acconto dell’8% sulle imposte sul reddito dovuta dall’impresa che effettua il lavori); il codice fiscale del beneficiario dell’agevolazione e il codice fiscale o numero di partita Iva del destinatario del pagamento.

Il tetto massimo di spesa è fissato in 96.000 euro a cui, a seguito dell’approvazione della proroga, si possono aggiungere ulteriori 10.000 euro da spendere per l’acquisto di mobili per arredare l’immobile oggetto di ristrutturazione e ai grandi elettrodomesticidi classe energetica almeno A+.

I BENEFICI FISCALI E LE PRATICHE BUROCRATICHE

home_charity2_sep1

Ottenere le agevolazioni fiscali di cui sopra non è complicato ma è comunque sempre comodo e sicuro appoggiarsi a professionisti che sappiano come muoversi nei meandri delle pratiche catastali, dei permessi di avvio lavori e operatività fiscale.

Se vorrete vi guideremo nel disbrigo di tutte le procedure burocratiche, comunicazioni comunali, avvio delle pratiche atte ad ottenere  le detrazioni e gli sgravi fiscali del caso.

SIAMO ALLA TUA DISPOSIZIONE CHIAMA IL NUMERO VERDE PER OGNI DOMANDA 

numeroverde-gcingegneria